Filosofia

L’eccellenza degli Extravergine Ranchino nasce prima di tutto dalle qualità della materia prima e dalla capacità di comprenderla e di valorizzarla.

Cultura, ricerca e tecnica al servizio della materia prima: un olio extravergine di pregio nasce da questi valori. Cultura è radicamento profondo nel territorio d’origine, nelle colline orvietane, dove la famiglia Ranchino coltiva 8.700 piante di olivo e raccoglie le olive ancora verdi dagli alberi a 445 metri d’altitudine. Cultura è conoscenza delle varietà autoctone più raffinate, come Moraiolo, Frantoio, Leccino. 

Lo studio stimola la ricerca, l’accostamento prudente tra diverse forme di allevamento e la contaminazione saggia tra modernità e tradizione, conservazione filologica della tipicità e innovazione. Infatti, nei terreni di famiglia sono coltivate anche l’Itrana, la Kalamata e la Picholine de Languedoc e sono state recuperate a nuova vita il Pocciolo, la Gentile di Anghiari e la Borgiona, cultivar umbre antichissime.